Phom

Processed with VSCOcam with c1 preset

Dopo aver organizzato qualche mese fa la presentazione di "Hotel Immagine" del fotografo Simone Donati (collettivo TerraProject), Phom continua il proprio lavoro di indagine sulla fotografia organizzando una serata dedicata alla presentazione di "iREVOLUTION - Appunti per una storia della mobile photography", il nuovo libro di Irene Alison.

Che cos’è la mobile-photography?

In che modo segna i processi della comunicazione e trasforma forme e strutture della fotografia professionale?iRevolution vuole essere una riflessione intorno all’utilizzo del telefono cellulare come strumento di ripresa, al suo potenziale, i suoi limiti, il suo uso progettuale e autoriale, il suo impatto sul linguaggio visivo e sui meccanismi del mercato.

In un mondo in cui ognuno, in qualsiasi momento, può registrare qualunque evento con il proprio telefono, che ruolo resta al fotografo professionista? iRevolution apre un dialogo tra autorevoli punti di vista –curatori, teorici e photoeditor – e dà voce ai professionisti che hanno scelto di abbracciare la sfida di un nuovo strumento in relazione alla documentazione del contemporaneo.

A dialogare con l'autrice, e a discutere del tema, ci saranno anche Irene Opezzo, photoeditor del quotidiano La Stampa, e Marco Benna, co-fondatore di Phom.

Vi aspettiamo il 7 gennaio alle 18.30, presso la Libreria Bodoni|Spazio B, Via Carlo Alberto 41, Torino.

Irene Alison lavora ad ampio raggio nel settore della fotografia. Giornalista professionista, ha cominciato il suo percorso nelle redazioni de Il Manifesto e D - La Repubblica delle Donne. Insieme ai fotografi, ha sviluppato e realizzato sul campo progetti di reportage pubblicati su magazine italiani e internazionali. I suoi articoli di approfondimento fotografico sono apparsi negli ultimi anni su La Lettura de Il Corriere della Sera, IlSole24ore, D e Pagina99. Collabora in qualità di tutor, insegnante e consulente con l’ISFCI di Roma, la Scuola Romana di Fotografia e la Fondazione Studio Marangoni di Firenze. Come critico e curatore, ha collaborato, tra gli altri, con il Brighton Photo Fringe, Festival Internazionale FotoGrafia di Roma, Officine Fotografiche, Scuola Holden. Dal 2009 al 2014, è stata direttrice del photo-magazine Rearviewmirror. Nel 2014 ha fondato lo studio di progettazione e produzione fotografica DER*LAB, di cui è direttore creativo.

Irene Opezzo è photo editor de La Stampa, dove si occupa di produzione e ricerca fotografica.
A Milano frequenta i corsi di Design al Politecnico e studia fotografia al CFP Bauer, dove approfondisce progetti di ricerca, storia e photo editing. Inizia a lavorare con fotografi a Berlino e a Bruxelles, per magazine di moda e poi da Vogue Italia con Alessia Glaviano, dedicandosi ai canali web di attualità, arte, fotografia ed eventi. Nel 2010 si trasferisce a Torino per lavorare a La Stampa, diretta da Mario Calabresi. Pubblica regolarmente racconti fotografici di attualità commissionando reportage in Italia e all’estero. Nel 2015 vive 6 mesi a Los Angeles dove è Photo Editor di Vice News e lavora con i giornalisti e i video producers del progetto di Jason Mojica.

Leave a Reply