Phom

Alessandro Rizzi

Alessandro Rizzi è nato a Reggio Emilia nel 1973. Negli ultimi 15 anni ha vissuto tra Italia, Libano, Cina, Giappone e Hong Kong lavorando a diversi progetti editoriali commissionati da prestigiosi magazine italiani e internazionali. Dal 2001 al 2009 ha fatto parte dell’agenzia Grazia Neri.
Ha avuto mostre personali in Europa, Stati Uniti, Medio Oriente e Asia ed ha tenuto lectures presso università ed istituzioni culturali in tutto il mondo. Nel 2006 pubblica “Vision From Another World” per Damiani Editore, e nel 2016 “SCULPTURES”, edito da Yard Press, libro inserito nella collezione di libri d’arte del M.o.M.A. e del Metropolitan Museum. Nel 2018 fonda insieme a Cecilia Pratizzoli e Barbara Nicoli “Home for Photography”, una house platform dedicata alla fotografia contemporanea, e comincia l’attività di docenza presso lo IAAD di Bologna.

 

Nella prima parte, Alessandro Rizzi parla della nascita del progetto SCULPTURES, del suo metodo di documentazione e dell’importanza di volgere lo sguardo “a terra”.

 

In questa seconda parte l'autore ci racconta di come le sue immagini nascano da una relazione con lo spazio, con il corpo, e della sua personale ricerca di una "fotografia totale".

 

Nella terza e ultima parte, Rizzi ci parla del suo rapporto con la scrittura, di Luigi Ghirri, e delle sua ossessione per gli archivi e le macchine fotografiche.

 

Intervista a cura di Marco Benna.





Leave a Reply