Phom Fotografia


Warning: A non-numeric value encountered in /web/htdocs/www.phom.it/home/wp-content/plugins/new-royalslider/classes/rsgenerator/NewRoyalSliderGenerator.php on line 244
Kfifane, Libano. Ogni anno il  monastero dei Santi Cipriano e Giustina accoglie centinaia di giovani seminaristi da tutto il mondo. Settembre 2011. © Linda Dorigo
Kfifane, Libano. Ogni anno il monastero dei Santi Cipriano e Giustina accoglie centinaia di giovani seminaristi da tutto il mondo. Settembre 2011. © Linda Dorigo

Kfifane, Libano. Ogni anno il monastero dei Santi Cipriano e Giustina accoglie centinaia di giovani seminaristi da tutto il mondo. Settembre 2011. © Linda Dorigo

Monastero di San Taddeo, Iran. Gli Armeni si recano qui in pellegrinaggio ogni anno. Luglio 2011. © Linda Dorigo
Monastero di San Taddeo, Iran. Gli Armeni si recano qui in pellegrinaggio ogni anno. Luglio 2011. © Linda Dorigo

Monastero di San Taddeo, Iran. Gli Armeni si recano qui in pellegrinaggio ogni anno. Luglio 2011. © Linda Dorigo

Gharduka, Rojava, Kurdistan Siriano. Gharduka è sulla linea del fronte tra i Curdi e l'Isis. Il villaggio è disabitato, e l'unica chiesa è stata distrutta dai jihadisti che l'hanno fatta saltare dopo averla usata come linea di difesa. Gennaio 2014. © Linda Dorigo
Gharduka, Rojava, Kurdistan Siriano. Gharduka è sulla linea del fronte tra i Curdi e l'Isis. Il villaggio è disabitato, e l'unica chiesa è stata distrutta dai jihadisti che l'hanno fatta saltare dopo averla usata come linea di difesa. Gennaio 2014. © Linda Dorigo

Gharduka, Rojava, Kurdistan Siriano. Gharduka è sulla linea del fronte tra i Curdi e l'Isis. Il villaggio è disabitato, e l'unica chiesa è stata distrutta dai jihadisti che l'hanno fatta saltare dopo averla usata come linea di difesa. Gennaio 2014. © Linda Dorigo

Ain Ebel, Libano. Messa di Pasqua. Il villaggio è vicino al confine israeliano e molti soldati delle Nazioni Unite assistono alla messa. Aprile 2012. © Linda Dorigo
Ain Ebel, Libano. Messa di Pasqua. Il villaggio è vicino al confine israeliano e molti soldati delle Nazioni Unite assistono alla messa. Aprile 2012. © Linda Dorigo

Ain Ebel, Libano. Messa di Pasqua. Il villaggio è vicino al confine israeliano e molti soldati delle Nazioni Unite assistono alla messa. Aprile 2012. © Linda Dorigo

Gerusalemme. Il custode di una chiesa etiope mostra un'antica copia della Bibbia. La comunità cristiana comprende Cattolici, Ortodossi, Copti egiziani ed etiopi,  between Porta di Damasco e la Porta di Jaffa. Dicembre 2012. © Linda Dorigo
Gerusalemme. Il custode di una chiesa etiope mostra un'antica copia della Bibbia. La comunità cristiana comprende Cattolici, Ortodossi, Copti egiziani ed etiopi, between Porta di Damasco e la Porta di Jaffa. Dicembre 2012. © Linda Dorigo

Gerusalemme. Il custode di una chiesa etiope mostra un'antica copia della Bibbia. La comunità cristiana comprende Cattolici, Ortodossi, Copti egiziani ed etiopi, between Porta di Damasco e la Porta di Jaffa. Dicembre 2012. © Linda Dorigo

Deir Abu Hennis, Egitto. Un matrimonio ortodosso. La comunità cattolica del villaggio è in minoranza, ma le relazioni tra le due confessioni sono buone. Durante le feste, i rappresentanti di ogni chiesa si rendono omaggio reciprocamente. Luglio 2012. © Linda Dorigo
Deir Abu Hennis, Egitto. Un matrimonio ortodosso. La comunità cattolica del villaggio è in minoranza, ma le relazioni tra le due confessioni sono buone. Durante le feste, i rappresentanti di ogni chiesa si rendono omaggio reciprocamente. Luglio 2012. © Linda Dorigo

Deir Abu Hennis, Egitto. Un matrimonio ortodosso. La comunità cattolica del villaggio è in minoranza, ma le relazioni tra le due confessioni sono buone. Durante le feste, i rappresentanti di ogni chiesa si rendono omaggio reciprocamente. Luglio 2012. © Linda Dorigo

Betlemme, Cisgiordania. Il Natale dei cattolici all'interno della Chiesa della Natività. Lo spazio nella chiesa dove è nato Gesù è diviso tra le varie chiese cristiane, così il Natele viene celebrato quattro volte in Terrasanta. Dicembre 2012. © Linda Dorigo
Betlemme, Cisgiordania. Il Natale dei cattolici all'interno della Chiesa della Natività. Lo spazio nella chiesa dove è nato Gesù è diviso tra le varie chiese cristiane, così il Natele viene celebrato quattro volte in Terrasanta. Dicembre 2012. © Linda Dorigo

Betlemme, Cisgiordania. Il Natale dei cattolici all'interno della Chiesa della Natività. Lo spazio nella chiesa dove è nato Gesù è diviso tra le varie chiese cristiane, così il Natele viene celebrato quattro volte in Terrasanta. Dicembre 2012. © Linda Dorigo

Karia Rounta, Kurdistan Iracheno. Un matrimonio. October 2012. © Linda Dorigo
Karia Rounta, Kurdistan Iracheno. Un matrimonio. October 2012. © Linda Dorigo

Karia Rounta, Kurdistan Iracheno. Un matrimonio. October 2012. © Linda Dorigo

Monastero di San Taddeo, Iran. Chiamato anche la
Monastero di San Taddeo, Iran. Chiamato anche la "Chiesa nera", rimane aperto tutta la notte durante i pellegrinaggi. Luglio 2011. © Linda Dorigo

Monastero di San Taddeo, Iran. Chiamato anche la "Chiesa nera", rimane aperto tutta la notte durante i pellegrinaggi. Luglio 2011. © Linda Dorigo

Deir Abu Hennis, Egitto. Danze davanti alla casa della futura sposa. Agosto 2011. © Linda Dorigo
Deir Abu Hennis, Egitto. Danze davanti alla casa della futura sposa. Agosto 2011. © Linda Dorigo

Deir Abu Hennis, Egitto. Danze davanti alla casa della futura sposa. Agosto 2011. © Linda Dorigo

Ani, Turchia. Ani è l'antica capitale del regno armeno, è situata sulla barriera tra Armenia e Turchia. Oggi Ani è un'insieme di rovine di chiese, case e della cattedrale. Agosto 2013. © Linda Dorigo
Ani, Turchia. Ani è l'antica capitale del regno armeno, è situata sulla barriera tra Armenia e Turchia. Oggi Ani è un'insieme di rovine di chiese, case e della cattedrale. Agosto 2013. © Linda Dorigo

Ani, Turchia. Ani è l'antica capitale del regno armeno, è situata sulla barriera tra Armenia e Turchia. Oggi Ani è un'insieme di rovine di chiese, case e della cattedrale. Agosto 2013. © Linda Dorigo

Qaraqosh, Iraq. Le celebrazioni per il martirio di Mar Shimun, uno dei primi martiri cristiani, ucciso con i suoi sette figli perchè aveva rifiutato di convertirsi all'Islam. Novembre 2012. © Linda Dorigo
Qaraqosh, Iraq. Le celebrazioni per il martirio di Mar Shimun, uno dei primi martiri cristiani, ucciso con i suoi sette figli perchè aveva rifiutato di convertirsi all'Islam. Novembre 2012. © Linda Dorigo

Qaraqosh, Iraq. Le celebrazioni per il martirio di Mar Shimun, uno dei primi martiri cristiani, ucciso con i suoi sette figli perchè aveva rifiutato di convertirsi all'Islam. Novembre 2012. © Linda Dorigo

Mar di Marmara, Turchia. Molte delle isole del mar di Marmara erano abitate da greci. I greci furono allontanati in uno
Mar di Marmara, Turchia. Molte delle isole del mar di Marmara erano abitate da greci. I greci furono allontanati in uno "scambio" di popolazioni ordinato da Atatürk. Agosto 2013. © Linda Dorigo

Mar di Marmara, Turchia. Molte delle isole del mar di Marmara erano abitate da greci. I greci furono allontanati in uno "scambio" di popolazioni ordinato da Atatürk. Agosto 2013. © Linda Dorigo

Linda Dorigo è una fotogiornalista che vive tra l’Italia e il Medio Oriente, dove collabora con importanti testate e magazine internazionali. Rifugio è il progetto a lungo termine che ha realizzato con Andrea Milluzzi, giornalista e blogger.

La condizione dei cristiani in Medio Oriente è drasticamente peggiorata negli ultimi 50 anni.
Lì dove il cristianesimo è nato e si è sviluppato, i seguaci di Gesù sono oggi una minoranza, ridotta a circa il 5% della popolazione in tutta l’area. Divisioni etno-religiose e l’integralismo islamico hanno dato una spinta alla diaspora dei cristiani, sparsi adesso su tutti i continenti.

Partiti da Trieste, Linda Dorigo e Andrea Milluzzi hanno attraversato Iran, Libano, Egitto, Israele, Territori Palestinesi, Giordania, Turchia e Siria per due anni, in cerca di coloro che - in luoghi e in situazioni diverse - rifiutano di lasciare la propria terra, anche a volte a rischio della propria vita.

In un bianco e nero contrastato alternato dalla cronaca del viaggio, Rifugio è il racconto, insieme pubblico e privato, di individui, famiglie e comunità che ogni giorno sono costretti a mettere in discussione la propria identità.

Rifugio è pubblicato dall’olandese Schilt Publishing.

Gabriele Magazzù

ENGLISH VERSION

Linda Dorigo is a photojournalist living between Italy and the Middle East, where she works for international newspapers and magazines. Rifugio is her long-term project developed with Italian journalist and blogger Andrea Milluzzi.

The life of Christians in the Middle East has worsened dramatically over the past 50 years.
In the land where Christianism first originated and developed, the followers of Jesus are now a minority – they currently account for a mere 5% of the entire population of the area. Both ethno-religious divisions and radical Islamism have tragically boosted the diaspora of Christians, forcing them to scatter on every continent.

Starting from Trieste, Linda Dorigo and Andrea Milluzzi have travelled through Iran, Lebanon, Egypt, Israel, the Palestinian Territories, Jordan, Turkey and Syria for 2 years – looking for those who, in different circumstances and places, refuse to leave their home even at the cost of their own lives.

Captured in a contrasted black and white, and intertwined with the chronicle of the journey, Rifugio recounts both the public and intimate stories of individuals, families and communities forced to struggle with their identity.

Rifugio is published by Schilt Publishing.

Gabriele Magazzù

ONE COMMENT ON THIS POST To “Linda Dorigo e Andrea Milluzzi: Rifugio (ITA | ENG)”

  • Massimo Casaro

    1 Marzo 2016 at 20:48

    Gentile Signora Dorino, mi chiamo Massimo Casaro, sono un padre italiano, vivo in Brasile e attualmente dirigo l’Editora Mundo e Missão. Tra le altre cose, pubblichiamo un giornale Transcender, dedicato ai giovani delle scuole superiori e dei primi anni dell’università. Una sezione del giornale sarà dedicata, nei prossimi 4 numeri, al Medio Oriente. Ho letto su La Stampa il bell’articolo di Francesca Paci con la sua fotografia. Sarei felice di poter entrare in contatto con lei. Grazie e buon lavoro.

Leave a Reply

MENU